Il test degli stivali da moto Forma Safari: qualità ad un ottimo prezzo


Se il nome Safari rievoca strade sterrate e selvagge nelle terre più lontane, in realtà in questo caso il riferimento è alle strade asfaltate, a quelle strade per le quali sono pensati i prodotti di Forma, produttore italiano di stivali per moto da strada, di cui abbiamo testato gli ultimi Forma Safari.

Forma Safari: rigidità senza conseguenze

Al primo impatto gli stivali per moto Safari catturano l’occhio per la loro linea slanciata, anche se una volta indossati si dimostrano rigidi. Una sensazione che svanisce immediatamente, già dalla prima guida, durante la quale si può subito avvertire il loro potenziale ergonomico. Sono bastate poche centinaia di chilometri per far adattare il piede alla pelle e non sentire più lo stivale. Quindi nessuna paura se all’inizio sembra di indossare due tronchetti di legno: la vera pelle è così, rigida all’inizio ed estremamente confortevole una volta che si è lasciata andare.

Una bella linea

Un altro aspetto che ho gradito degli stivali Forma Safari è il design, che offre facilità di calzata: la cerniera si apre e lascia ampio spazio, mentre la chiusura a velcro garantisce massima flessibilità nella regolazione. Potete leggere anche le recensioni degli utenti che hanno già provato questa nuova proposta per convincervi della capacità di adattamento di questi stivali da moto.

Uno stivale da moto con ottime protezioni integrate

Non so se si noti dalle foto, ma il gambale del Forma Safari è alto e ciò rappresenta una prima garanzia in fatto di sicurezza. Sono presenti altri rinforzi, come il disco di protezione interposto tra la tibia e lo strato di pelle che protegge la caviglia dagli urti, oppure i rinforzi estesi alle dita dei piedi e intorno al tallone. Ogni elemento è dotato delle certificazioni EPI, obbligatoria per gli stivali da moto.

Nessun problema dopo 8 ore di viaggio

Dopo aver fatto tutte queste considerazioni, è finalmente ora di provare gli stivali su strada! Li calzo senza problemi, chiudo zip e velcro, metto sopra i miei pantaloni DXR e sono pronto a partire!
La parte finale dello stivale è abbastanza sottile da entrare facilmente sotto la leva del cambio e non bisogna attendere molto prima di prendere totale confidenza con lo stivale, come accade invece di solito con degli stivali nuovi, anche grazie alla presa sicura sul poggiapiedi. Durante il viaggio è filato tutto liscio, quindi posso assolutamente consigliare i Safari Forma per lunghi tragitti.

Stivali con una membrana altamente impermeabile

Prima d’ora avevo sempre preferito che il rivestimento dello stivale fosse in Gore-Tex (visto che i miei Web Alpinestars non mi hanno mai deluso perché anche quando il tempo li ha logorati, hanno sempre mantenuto un’ottima resa in termini di impermeabilità) e diffidavo di quelli privi di questa caratteristica.
In questo caso invece mi sono dovuto ricredere, perché la membrana Drytex di Safari Forma mi ha impressionato positivamente: in tre ore di guida sotto la pioggia battente non è filtrata una goccia d’acqua.

Forma Safari: vantaggi e svantaggi

Come avviene per 9 stivali da moto su 10, anche i Forma Safari si dimostrano confortevoli nelle mezze stagioni e in inverno, ma quando le temperature estive toccano i 30°C, si trasformano in un forno, nonostante il sistema Air Pump (si tratta di piccoli condotti posti sotto la suola che dovrebbero far circolare l’aria intorno al piede per farlo traspirare meglio). Nessun miracolo, purtroppo, e il sudore mi ha inzuppato i calzini e la membrana impermeabile ha mostrato i suoi limiti. Il consiglio è quello di rimuovere subito la suola una volta arrivati a destinazione, così da accelerare il processo di asciugatura e ridurre i cattivi odori. Perché ai biker non puzzano i piedi, giusto?

La mia opinione sugli stivali da moto Forma Safari: niente da dire, a parte il caldo estivo

Questi stivali da moto Forma Safari mi hanno davvero convinto, rappresentano anche un ottimo rapporto qualità/prezzo. Una volta indossati sono comodi e sicuri e presentano solo il neo di non essere adatti, come la maggior parte degli stivali da moto in commercio, alle alte temperature estive.

Protezione3.75
Confort3.5
Impermeabilitá4.5
Ergonomia4.5
Aspetti pratici4
Finitura4
4.05

Condividi articolo

gplus-profile-picture

Loïc

Loïc, redattore e tester per Motoblouz, io sono l'extraterrestre che attende la pioggia impazientemente, per mettere alla prova l'impermeabilità di una giacca o di un paio di guanti, ecc ... Grande fan di strade con curve, la moto é per me un mezzo d'evasione come un mezzo di trasporto.