Andare in moto di notte, i nostri consigli!


Guidare la moto di notte, i nostri consigli per godertela di più!

Nemmeno il tempo di uscire dal lavoro che il sole già tramonta… L’autunno segna anche l’arrivo del buio su molti dei nostri tragitti, ancor di più con il passaggio all’ora solare. In questo articolo, osserveremo le strategie che puoi mettere in pratica per limitare i rischi quando vai in moto col buio.

È matematico: nelle giornate più corte dell’anno è più frequente prendere la moto col buio. Per limitare al massimo i rischi del traffico notturno, si può agire su tre aspetti:

  1. Rendersi più visibile agli altri utenti della strada;
  2. fare in modo di migliorare la vista dell’ambiente circostante;
  3. adattare la guida alle difficili condizioni di visibilità.

Approfondiamo queste possibilità a seguire!

Fare il possibile per essere visto

Col buio, tutti i motociclisti diventano grigi… Se di giorno siamo poco notati dagli altri utenti della strada, nell’oscurità battiamo tutti i record di invisibilità. Per fortuna, è un parametro che i fabbricanti di abbigliamento moto hanno integrato da molto tempo.

Notez la présence de bandes réfléchissantes sur le bas des jambes

Nota la presenza di strisce riflettenti sul fondo gamba

I punti riflettenti, discreti ed efficaci

Gli inserti e altri stampe rifrangenti spuntano fuori come funghi sulle giacche, i pantaloni e gli altri capi di abbigliamento moto. Questi punti si fanno sempre più discreti di giorno, con un risultato invece probante sotto i fanali della notte. Prendi in considerazione questo parametro quando scegli cosa comprare. Menzione speciale per la tecnologia Night Eye di Macna, che rende il giubbotto interamente riflettente di notte!

Se per caso hai delle lacune al riguardo, non esitare ad aggiungere un bracciale riflettente.

Stessa constatazione per quanto riguarda gli zaini, le valigie, le borse laterali, ecc. Tutto ciò che è bagaglio gioca spesso un importante ruolo nel campo visivo degli automobilisti, perciò renderli più visibile non è superfluo.

Infine, non dimentichiamoci degli autoadesivi da applicare sul casco. Se sei reticente all’idea di deturpare la tua bella decorazione – si può capire – sappi che ne vendono di neri molto discreti!

Casque Schuberth R2 : bonne visibilité

Qualche zona fluo nel tuo abbigliamento moto e acquisisci visibilità, specialmente quando al crepuscolo.

Livello superiore: l’abbigliamento fluorescente

I motociclisti del Nord dell’Europa, ancora più interessati dalle condizioni di luminosità mediocri rispetto a noi Italiani, si sono portati avanti col lavoro da parecchio ormai: perché non optare per un giubbotto o una giacca dai colori fluorescenti? Se l’estetica viene giudicata discutibile da alcuni, bisogna essere in malafede per non riconoscere i vantaggi in materia di visibilità, specialmente quando comincia a far buio, «al calar della sera» come si dice. Puoi anche infilare il tuo gilet catarifrangente sopra la tua cara vecchia giacca di pelle.

In mancanza di fluo, scegli dei capi di colore chiaro. Certo, avranno bisogno di maggiore cura rispetto a capi neri o scuri per mantenerli puliti, ma la differenza di visibilità è già notevole di notte. Per esempio, nel traffico, un casco bianco che spunta sopra le macchine salta all’occhio di più rispetto ai suoi omologhi scuri.

Le feu stop connecté Cosmo Connected peut aussi s'utiliser en mode clignotant pour une meilleure visibilité de nuit

Anche la luce dello stop connessa Cosmo Connected può essere usata in modalità lampeggiante per una migliore visibilità al buio

Da considerare anche l’abbigliamento luminoso, che comincia a farsi strada tra i fabbricanti. Alcuni di loro hanno munito dei giubbotti di zone elettroluminescenti, che attirano l’occhio degli automobilisti. E perché non provare accessori luminosi come il Cosmo Connected (testato qui da Mr Mattheus), che possono anch’essi giocare a vostro favore nell’oscurità?

Vedere bene è un qualcosa da allenare

Senza investimenti importanti, puoi già acquisire molta più visibilità col buio!

Un colpo di spugna e ci si vede più chiaro

Una visiera del casco pulita fa tutta la differenza del mondo. Basta infatti un po’ di sporcizia per compromettere il tuo campo visivo Quando ti ritrovi nell’alone dei fari di una macchina che tira dritto verso di te. Non esitare a sgrassare l’esterno e l’interno della tua visiera periodicamente, soprattutto se circoli regolarmente in mezzo al traffico: i gas di scappamento hanno la spiacevole tendenza alla lunga di insudiciare tutto ciò che li circonda. Ti spieghiamo come farlo per benino in questo tutorial. Stesse cause e stesse conseguenze per la tua lente Pinlock, che spieghiamo come prendersene cura qui.

Casque NEXX X.G100 Racer, une machine à remonter le temps

Una visiera del casco pulita, significa una migliore visibilità al buio

Ovviamente, gli schermi opachi sono più che sconsigliabili se circoli di notte! Porta sempre una visiera trasparente nel tuo zaino così da poterla sostituire al calar della sera.

Nello stesso ordine di idee, ricordati di pulire i vetri dei fari, gli stop e il cupolino (se la tua moto ne ha uno) regolarmente. La sporcizia sollevata dagli altri veicoli, gli insetti e altri regalini di piccioni finiscono con il nuocere alla qualità dell’illuminazione. Una botta di panno microfibra umido ogni tanto serve! Certe persone arrivano a raccomandare un cambio della lampadina del faro ogni anno. In effetti, tende a perdere in potenza all’uso…

 

Qualche giro di chiave per aggiustargli la mira

Sempre per quanto riguarda i fari, siamo nel periodo giusto per dare una controllatina a come sono regolati. Se il fascio di luce non illumina correttamente la strada, per quanto sia potente, non serve a un granché…

 

Come regolare bene il faro della moto?

 

Nessuna stregoneria, avrai solo bisogno di un aiuto. Metti il faro ad una distanza di 5 metri da un muro e siediti sulla moto. Chiedi al tuo complice di misurare l’altezza tra il centro del cono di luce e il terreno, poi di riportare la misura sul muro tramite un riferimento. Disegna un secondo riferimento 10 cm più in giù. Dopodiché regola il cono in modo che il fascio di luce arrivi al tratto più basso con gli anabbaglianti (vedi schema qui sopra). Se non sai come procedere a questa messa a punto, la miglior cosa da fare è consultare il libretto della manutenzione della tua dueruote e seguire le indicazioni specifiche del tuo modello. In generale, si tratta semplicemente di girare una rotella o di una o due viti da stringere/allentare.

éclairage additionnel moto

Un’illuminazione supplementare migliora la percezione dell’ambiente immediato, in particolare nelle curve – Foto Givi

Investire in un’illuminazione supplementare

Se pensi di andare in moto col buio di frequente, dovresti fare un pensierino all’opzione dei fari aggiuntivi. Tanto più che i prezzi si sono abbassati un bel po’ questi ultimi tempi. LED o alogena, a lunga gittata, antinebbia…: orientate in modo giudizioso, potranno sensibilmente migliorare la vista della strada, in particolare nelle curve. Un modo per prendere la traiettoria giusta e anticipare ancor di più le brutte sorprese.

Andare in moto di notte: Raddoppia la vigilanza

Perché di notte di brutte sorprese ce ne sono di più… In mancanza di visibilità, certi movimenti, certi ostacoli si percepiscono in ritardo. Adattare la propria guida rimane la via maestra per limitare i rischi al minimo!

Come succede quando guidi col freddo o sotto la pioggia, anche col buio, la formula magica sta nell’anticipare! Aumenta la distanza di sicurezza, non andare a manetta come di giorno e cerca di leggere il comportamento degli altri veicoli. Evita più che mai di andarti a nascondere negli angoli morti, e non fare manovre impreviste (cambi di direzione bruschi senza freccia, ecc.)

Rouler à moto la nuit : Le pilotage

Adatta la tua guida per limitare i rischi al minimo – Foto Honda

In aperta campagna, diffida dei tappeti di fogliame con sorpresa e dei tratti di brecciolino non segnalati, completamente invisibili al buio. Col buio, è più probabile che un animale – selvatico o meno – possa attraversare senza preavviso. Tienilo bene a mente, specialmente vicino ai boschi e agli allevamenti.

Per guidare la moto di notte in zona urbana, la miglior cosa è considerarsi completamente invisibile in mezzo alle insegne lampeggianti e alle altre luci riflesse sulle scocche. Di notte più che mai, pensare alla ragione è un concetto moooolto relativo. Immettiti solo quando vedi che non c’è nessun pericolo in vista…

Insomma, raddoppia la vigilanza!

E tu, quali sono i tuoi accorgimenti quando guidi col buio? Non vediamo l’ora di leggerli nei commenti!

Condividi articolo

Loïc

Loïc, redattore e tester per Motoblouz, io sono l'extraterrestre che attende la pioggia impazientemente, per mettere alla prova l'impermeabilità di una giacca o di un paio di guanti, ecc ... Grande fan di strade con curve, la moto é per me un mezzo d'evasione come un mezzo di trasporto.